Calendario 2022
Calendario 2022

Calendario 2022

Sulle tracce di antichi mestieri

Calendario da tavolo, formato 21×15.

Il calendario di quest’anno è un’anticipazione della ricerca fotografica che l’Associazione culturale CuBiAr sta svolgendo in collaborazione con il fotografo Piervittorio Pozzo sulle tracce dei mestieri e dei lavori che si svolgevano nel paese di Arignano e dintorni e in parte ancora vi si svolgono.

Abbiamo scoperto e riportato alla luce vecchi oggetti che le famiglie avevano conservato come ricordo del passato. Ricordi, ma non solo.

La tessitura, un tempo non lontano principale risorsa industriale del chierese, rinasce sotto le mani di un’appassionata che ripropone antiche trame abilmente riprodotte con i suoi telai.

Il vecchio mulino si prepara a riprendere una nuova vita, per macinare i grani antichi che tornano ad essere coltivati e trasformati in pane.

Il falegname, mestiere antico i cui arnesi si sono evolutinel tempo e consentono di cogliere l’evoluzionedelle varie tecniche.

I meli di Arignano, qualità autoctona particolarmente adatta a trasformarsi in frittelle o nella famosa “torta di Arignano”, vengono nuovamente coltivati per produrre i loro frutti colorati.

E che dire della produzione del vino? Un tempo Arignano raccoglieva nel Castello delle Quattro Torri un apprezzato centro di produzione e raccolta di vino, come testimoniano i resti delle botti ritrovate  nelle cantine, una delle quali fra le prime prodotte in calcestruzzo armato con il metodo Hennebique (fine 1800, inizi 1900).

Ultima testimonianza finora raccolta l’allevamentodei bovini della razza Fassona, caratteristica del Piemonte, che ancora si svolge in piccoli allevamenti.

Molti ancora sono i mestieri antichi, ma ancora attivi, da documentare: il maniscalco, il fabbro, l’intrecciatore di vimini che produceva non soltanto le ceste per la raccolta dell’uva e degli altri frutti della terra, ma anche sedie e poltroncine dalle forme aggraziate; e altri ancora ne troveremo.

Tutte le testimonianze fotografiche saranno raccolte e presentate oltre che nel calendario, in una mostra e in altre forme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Usando questo sito tu accetti la nostra Privacy Policy